Questo sito utilizza i cookie. Procedendo la navigazione su questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

Un premio alle idee.

 

Non solo momenti istituzionali. Future Build è anche e soprattutto un salone di espositori. E pure un luogo in cui si rende omaggio ai giovani talenti. Al termine del convegno inaugurale si è svolta la premiazione del concorso nazionale di idee promosso dall'Università di Parma e dall'impresa Allodi sul tema «Architetture residenziali per la sostenibilità». A vincere, il progetto di Francesco Capocci e Marco Silvi (della Sapienza di Roma), tra le altre cose per «la capacità innovativa e il rapporto equilibrato e consapevole con l'ambiente». Meritevoli di menzioni anche i progetti di Daniele Alabrese (laureato alla Sapienza) e del gruppo dell'Università di Firenze formato da Matteo Bartoli, Angela Benfante, Ylenia Caldararo e Elena D'Andrea. «L'innovazione è ancora più importante in un momento di crisi», sottolinea la presidente dell'azienda Daniela Allodi, affiancata dalla sorella Michela (vicepresidente) e dalla madre Rosa Maria Gaiti, nel sottolineare la preziosa collaborazione delle professoresse Chiara Vernizzi e Agnese Ghini. Mentre il rettore Gino Ferretti evidenzia quanto sia importante che le «aziende vedano nell'Università un interlocutore fondamentale». Tutti gli elaborati in concorso sono esposti nel padiglione numero tre. Ed è proprio nel padiglione 3, insieme al 4, che si distribuisce la fiera. 

Tante le curiosità in mostra. Ad attirare l'attenzione di molti, la casa ecosostenibile a dimensioni naturali della parmense «Boraschi case in legno»: l'aspetto, come spiega il titolare Ugo Boraschi, è quello di una tradizionale barchessa di campagna, ma completa di domotica, guaina antiradon e nel segno del risparmio energetico. Nello stand della Kwb primeggiano le caldaie a biomasse che bruciano potature e pellet a km zero, mentre nella postazione congiunta Sun at work-Edil Metal incuriosisce una pensilina dove le auto elettriche fanno il pieno di energia grazie a un impianto fotovoltaico. Altre imprese parmigiane presente sono Laterlite, Geco, Isomec e Polisette.

 

08/02/2013

 

verdi off

cover-diario-di-bordo-di-un-imprenditore-fabrizio-marcheselli

A Parma è disponibile
nelle librerie di Parma
e sul sito delle
GRAFICHE STEP
(clicca qui)