Questo sito utilizza i cookie. Procedendo la navigazione su questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

Ma la strada da fare è ancora molta: "Bisogna migliorare i contratti e qualificare le imprese e la committenza"

nuove-opportunita-partenariato

Dal punto di vista locale c'è un mercato da esplorare per le imprese che hanno interesse a fare le cose In modo innovativo garantendo il risultato e puntando sulla sostenibilità energetica".
E' quanto afferma Michela Allodi, vicepresidente della Sezione Costruttori Edili dell'Unione Parmense degli Industriali con delega al Lavori Pubblici.

In un momento in cui scarseggiano le risorse per il soddisfacimento delle necessità pubbliche, Michela Allodi pone l'accento sulle opportunità che il PPP offre per tutta la collettività, un sistema prioritario di finanziamento per le pubbliche amministrazioni per soddisfare le regole del patto di stabilità degli enti pubblici.

"Bisogna creare conoscenza del diversi strumenti di Parternariato Pubblico Privato, quali Project Financing. Leasing In Costruendo, Contratto di Disponibilità e Project Bond, introducendo metodologie di lavoro utili a rendere possibile il loro impiego".

Da una recente indagine Ance emerge che non mancano pero le criticità, quali la generale inadeguatezza del contratto che dà luogo troppo spesso a contenziosi che rallentano lo sviluppo delle iniziative.

"Bisogna migliorare i contratti e qualificare le Imprese e la committenza - sottolinea la vicepresidente della Sezione Costruttori Edili dell'Unione Parmense degli Industriali con delega al Lavori Pubblici.

In particolare, è fondamentale prevedere una standardizzazione del contratti attraverso linee guida alle quali gli operatori possano fare riferimento e puntare sulla formazione per far conoscere nel dettaglio questi differenti strumenti e rendere possibile li loro impiego.

Di tutte le gare bandite analizzate nello studio Ance, per 1/3 non è stato identificato alcun soggetto aggiudicatario, anche per motivi legati all'insufficiente attenzione alla gestione finanziaria di tali operazioni. Sarebbe auspicabile un maggiore coinvolgimento del sistema bancario dalle prime fasi dell'operazione.

É pertanto importante far fronte alle problematiche evidenziate per consentire Il rilancio del settore.

verdi off

cover-diario-di-bordo-di-un-imprenditore-fabrizio-marcheselli

A Parma è disponibile
nelle librerie di Parma
e sul sito delle
GRAFICHE STEP
(clicca qui)