Più spazi al liceo Sanvitale di Parma: inaugurato il nuovo plesso con sei classi e aula magna

Il dirigente Grossi: “Sono anche un segnale, oggi non scontato, di quello che vogliamo essere: costruirescuole, mentre, in questo stesso momento, altrove le scuole vengono bombardate”.

La Provincia di Parma ha concluso l'ampliamento e l'adeguamento del liceo delle Scienze Umane Albertina Sanvitale di Parma, in piazzale San Sepolcro 3 dove è stato realizzato un nuovo edificio all'interno dell'area cortilizia esistente, comprendente sei aule nuove (due per piano) oltre all'aula magna al piano seminterrato.

Complessivamente, mediante il riordino dei laboratori, l'intervento ha permesso di incrementare di otto aule il plesso scolastico portando il numero di aule disponibili a 36.

Inoltre, si sono realizzati vari interventi di adeguamento dell'edificio esistente. L'importo complessivo dell'intervento è di due milioni di euro, finanziato dalla Regione Emilia -Romagna con fondi Fsc.

Il nuovo edificio è alto circa 14 metri, come quello preesistente. Consiste in tre piani fuori terra, ogni piano ha due aule mentre al piano seminterrato trova collocazione l'aula magna; la superficie delle singole aule è di circa 57 mq e l'aula magna di 120 mq, per una superficie totale di 670 mq.

Ingresso nuovo edificio liceo Sanvitale di Parma

Inoltre, nell'edificio scolastico esistente sono stati realizzati di interventi di adeguamento e di modifica mediante l'inserimento di una seconda scala di emergenza, la riqualificazione dei servizi igienici esistenti (docenti e studenti) la realizzandone di servizi per diversamente abili ad ogni piano, l'adeguamento della centrale termica, il miglioramento degli spazi di transito, i ripristini degli intonaci esterni e deí tinteggi di facciata posteriore, la sostituzione dei serramenti del vano scala principale, deí serramenti interni e dei corpi illuminati.

E poi interventi atti al superamento delle barriere architettoniche mediante la realizzazione di una rampa per raggiungere l'accesso principale verso piazzale San Sepolcro e un nuovo ascensore da affiancare a quello già esistente.

Il progetto architettonico e la direzione Lavori dell'archietto Gianluca Mora, progetto strutturale ingegner Giuseppe Stefanini, progetto impianti studio Cobe, impresa appaltatrice Allodi e responsabile del procedimento ingegner Paola Cassinelli responsabile Edilizia scolastica della Provincia.

Taglio del nastro inaugurazione nuovo edificio liceo Sanvitale di Parma

La nuova struttura è stata inaugurata ufficialmente questa mattina dal presidente della Provincia Andrea Massari, con il delegato all'Edilizia Scolastica Alessandro Tassi Carboni, e dall'assessora regionale alla Scuola Paola Salomoni, presenti il dirigente scolastico della Sanvitale Andrea Grossi, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti e le altre massime autorità cittadine, oltre che gli ex amministratori provinciali Diego Rossi e Aldo Spina, rispettivamente ex presidente ed ex delegato all'edilizia scolastica, rappresentanti dell'impresa e l'ingegner Paola Cassinelli responsabile Uo Edilizia scolastica della Provincia.

"La Provincia ha ricevuto finanziamenti importanti dalla Regione per l'edilizia scolastica e altri sono in arrivo col Pnrr - dichiarato il presidente Andrea Massari - il nostro obiettivo è arrivare ad una stabilità di tutti glí spazi necessari per il nostro sistema scolastico, obiettivo comunque ambizioso, visto che si attende ancora una crescita del 10% dei nostri studenti nei prossimi 10 anni. Ringrazio chi mi ha preceduto, il Presidente Diego Rossi e il Delegato alla Scuola Aldo Spina, che hanno posto le basi per questa realizzazione. E gli uffici della Provincia e la ditta, che l'hanno portata a termine in tempi davvero brevi."

"L'Emilia-Romagna sta investendo con convinzione nell'edilizia scolastica- ha affermato l'assessore regionale alla Scuola Paola Salomoni - negli ultimi sei anni sono stati realizzati quasi mille interventi in tutta la regione, e grazie al Pnrr siamo pronti a spendere insieme agli enti locali altri 83 milioni di euro, di cui 6,5 a Parma e provincia dove partiranno cinque nuovi cantieri. Al centro di ogni nostro progetto c'è il futuro dei nostri dei nostri ragazzi e ragazze, valorizzando il ruolo strategico dell'istruzione con strutture accoglienti, sicure, innovative. E queste scuole del futuro- ha aggiunto Salomoni- le stiamo immaginando insieme ai cittadini, grazie al percorso di partecipazione 'Spazio all'educazione' a cui hanno aderito quasi mille emiliano-romagnoli".

Inerno aula nuovo edificio liceo Sanvitale di Parma

Un grazie non formale alla Provincia, al progettista architetto Mora e all'impresa Allodi con cui abbiamo condiviso l'obiettivo e la quotidiana soluzione dei problemi posti dal cantiere all'interno dell'edificio - dichiara il dirigente scolastico della Sanvitale Andrea Grossi -. Queste nuove aule spaziose, sostenibili e accoglienti, con nuovi monitor interattivi grazie a un finanziamento ministeriale, per una didattica che si rimodula e riprogetta costantemente sono un segnale importante di una scuola che non ha lasciato passare invano il tempo dell'emergenza pandemica, imparando dalla Didattica Digitale Integrata a sperimentare e ad essere più attenta alle esigenze degli studenti. Sono anche un segnale, oggi non scontato, di quello che vogliamo essere: costruire scuole, mentre, in questo stesso momento, altrove le scuole vengono bombardate."

"Siamo impegnati a breve in numerosi altri interventi per il miglioramento del nostro patrimonio scolastico, per rendere glí spazi per scuola e formazione sempre più accoglienti per studenti e insegnanti - spiega il consigliere delegato all'Edilizia scolastica Alessandro Tassi Carboni - con le aule liberate dalla Sanvítale, risponderemo alle esigenze di altri istituti".

Presentazione alle autorità nuovo edificio liceo Sanvitale di Parma